Responsabile aggiornamento scientifico del sito
Dott. Vincenzo Donadio

Segreteria amministrativa
PTS Roma
Provider ECM 1293

dal Lunedì al Venerdì
dalle ore 14:00 alle ore 18:00
c/o PTS congressi S.r.l.
Via Nizza 45, 00198 Roma
Tel. 06/85355590
Fax 06/85356060
E-mail: segreteria.sinc@ptsroma.it

Statuto

Statuto

Versione PDF

Art. 1
E' costituita la Società Italiana di Neurofisiologia Clinica (SINC).
La SINC è un’associazione di rilevanza nazionale intercategoriale che accoglie, con le modalità previste nel presente statuto, i medici, i ricercatori, i cultori della materia, gli operatori delle professioni sanitarie e chiunque sia attivo nell’ambito della neurofisiologia clinica, nelle varie Strutture e settori di attività del Servizio Sanitario Nazionale o in regime libero-professionale che ne facciano richiesta.
La SINC ha sede presso PTS srl, sita in Roma (RM).
La sede potrà essere in qualunque momento modificata con delibera del Consiglio Direttivo che dovrà essere ratificata dalla prima assemblea successiva alla delibera.

Art. 2
La Società Italiana di Neurofisiologia Clinica fa parte della International Federation of Clinical Neurophysiology (IFCN).

Art. 3
E' espressamente esclusa dalle attività della associazione ogni finalità politica o sindacale. La SINC non si prefigge scopo di lucro e non può esercitare o partecipare ad attività imprenditoriali fatte salve quelle necessarie alla realizzazione di attività di formazione continua.

FINALITÀ ED ATTIVITÀ ISTITUZIONALI

Art. 4
La Società ha lo scopo di:
- incoraggiare e promuovere gli studi e le ricerche di Neurofisiologia Clinica e di discipline affini, ai fini della diagnostica clinica;
- migliorare il livello delle conoscenze nelle attività cliniche e sperimentali che hanno rapporti con la fisiologia e fisiopatologia del sistema nervoso;
- fornire le informazioni di carattere scientifico e pratico a coloro che si interessano di problemi di neurofisiologia clinica e di discipline affini ed in specie agli organismi ed agli Enti Istituzionali nazionali e locali;
- collaborare con il Ministero della Salute, il Ministero dell’Università e Ricerca, le Università, le Regioni, le aziende sanitarie e gli altri organismi ed istituzioni sanitarie pubbliche;
- elaborare Linee Guida anche in collaborazione con l’Agenzia per i Servizi Sanitari Regionali (A.S.S.R.) e la F.I.S.M.;
- stabilire e mantenere contatti con altre Società scientifiche italiane e straniere in particolare attivando sinergie e consorziandosi per finalità specifiche con altre Società dell’ambito delle Neuroscienze;
- fornire indicazioni sui criteri da seguire nell’istituzione e nell’esercizio di Laboratori, Servizi ed Unità Operative di Neurofisiologia clinica o Neurofisiopatologia;
- organizzare attività di aggiornamento professionale e di formazione permanente, nei confronti degli associati con programmi annuali di attività formativa ECM;
- certificare la competenza dei profili professionali operanti nel campo della Neurofisiologia Clinica;
- promuovere trials di studio e ricerche scientifiche finalizzate.

Art. 5
Per ottenere gli scopi di cui all’>Art. 4 la Società promuove:
- l’organizzazione di Convegni scientifici a carattere internazionale, nazionale e locale;
- le designazioni di commissioni speciali o gruppi di soci che studieranno problemi particolari anche al fine di migliorare il percorso diagnostico clinico in ambito neurologico;
- percorsi di formazione e verifica per la certificazione in Neurofisiologia Clinica;
- la realizzazione di trials di studio e ricerche scientifiche finalizzate;
- la diffusione, con mezzi appropriati, delle attività della Società;
- la pubblicazione di opere, studi e riviste scientifiche;
- la costituzione di sezioni Regionali o Interregionali.

Art. 6
La verifica del tipo e della qualità delle attività svolte sarà affidata ad apposita Società abilitata al rilascio della certificazione come richiesta per Legge.

Art. 7
Le sezioni Regionali ed Interregionali (costituite dagli iscritti della S.I.N.C. residenti nelle corrispondenti aree geografiche) hanno lo scopo di promuovere lo sviluppo delle conoscenze e lo scambio delle informazioni scientifiche in ambito territoriale, organizzando riunioni scientifiche, fornendo supporto a programmi educazionali, favorendo le aggregazioni locali indirizzate a finalità di ricerca interagendo con le Istituzioni locali. Le Sezioni Regionali o Interregionali eleggono nel loro ambito un coordinatore che riferisce annualmente al Presidente della Società in merito alle attività ed altre iniziative che la Sezione intende svolgere per sottoporle, all’approvazione del Consiglio Direttivo. L’attività delle Sezioni Regionali o Interregionali si svolgerà nell’ambito di quanto previsto dallo Statuto e dalle delibere del Consiglio Direttivo.

PATRIMONIO

Art. 8
Il patrimonio della Società è costituito dalle quote sociali, dai contributi, elargizioni, donazioni, lasciti, pervenuti a qualsiasi titolo, da eventuali crediti, da disponibilità liquide dai proventi delle attività formative, di aggiornamento, e dagli utili derivanti dalle attività imprenditoriali necessarie per le attività di formazione continua, fra cui eventuali attività editoriali, e da quanto altro pervenuto alla stessa a qualsiasi titolo, nel rispetto delle normative vigenti in materia ed in specie relative a finanziamenti che possano configurare conflitto di interesse con il S.S.N. anche se forniti attraverso soggetti collegati.
Il patrimonio sociale, così come gli avanzi delle gestioni, non potrà essere, in nessun caso, distribuito ai soci a qualsiasi titolo e sotto qualsiasi forma.

Art. 9
Le attività sociali sono finanziate solo attraverso i contributi degli associati e/o di enti pubblici nonché di soggetti privati, con esclusione di finanziamenti che configurino conflitto di interesse con il S.S.N., anche se forniti attraverso soggetti collegati. Le attività ECM saranno finanziate attraverso l’autofinanziamento e i contributi degli associati e/o enti pubblici e privati, ivi compresi i contributi delle industrie farmaceutiche e di dispositivi medici, nel rispetto dei criteri e dei limiti stabiliti dalla Commissione nazionale per la formazione continua.

Art. 10
L’esercizio sociale si chiude al 31 dicembre di ogni anno ed il bilancio consuntivo e preventivo, predisposto dal Consiglio Direttivo, sarà sottoposto all’Assemblea per l’approvazione entro i termini previsti dall’Art.18 del presente statuto. A tale scopo il conto consuntivo dovrà essere depositato presso la sede della Segreteria Esecutiva 15 (quindici) giorni prima della data dell’Assemblea, affinché i soci ne possano prendere visione.

Art. 11
I soci sono:
- ordinari, junior, delle professioni sanitarie, sostenitori e onorari. Possono associarsi, senza limitazioni personali o inerenti al luogo di lavoro, i medici, i ricercatori, i cultori della materia, gli operatori delle professioni sanitarie e chiunque sia attivo nell’ambito della neurofisiologia clinica nelle varie Strutture e settori di attività del Servizio Sanitario Nazionale o in regime libero-professionale che ne facciano richiesta.
Il domicilio dei soci per ogni rapporto con l'associazione, è quello risultante dall'apposito elenco dei soci. Ogni avviso o comunicazione sarà inviato all’indirizzo di posta elettronica del socio.
A tal fine dovrà essere annotata sull'elenco dei soci ogni modifica di indirizzo comunicata dai soci.

Art. 12
Soci ordinari sono coloro che, in possesso dei requisiti di cui all'articolo precedente, non rientrano in nessuna delle categorie di soci speciali sotto elencate.
Soci junior sono gli iscritti alla Società fino al compimento del 35° (trentacinquesimo) anno di età.
Soci delle professioni sanitarie sono gli operatori delle professioni sanitarie attivi nell’ambito della neurofisiologia clinica.
Le domande di associazione alla SINC per le categorie sovra riportate vanno indirizzate al Presidente.
Le ammissioni sono deliberate dal Consiglio Direttivo.

Art. 13
Assumono la qualifica di "sostenitori" i soci che versano un contributo annuo non inferiore a 5 (cinque) quote annuali, oppure le persone fisiche, Istituti, Enti e Associazioni che, oltre al versamento della quota associativa annuale, intendono incrementare lo sviluppo della Società fornendo mezzi e fondi per la Sua attività. La proposta va inoltrata al Consiglio Direttivo che ne delibera l’ammissione. Il sostenitore che non intenda proseguire nelle obbligazioni assunte deve dare le proprie dimissioni entro il mese di dicembre di ogni anno a mezzo di lettera raccomandata indirizzata al Consiglio Direttivo. Le dimissioni hanno validità per l’anno successivo a quello in cui sono state presentate.

Art. 14
Soci onorari sono coloro che nel campo scientifico e sociale - in Italia o all’estero - abbiano contribuito con particolari meriti alla conoscenza della Neurofisiologia Clinica. Essi vengono nominati, su proposta del Consiglio Direttivo, dall’Assemblea dei Soci.

Art. 15
I soci junior e i soci delle professioni sanitarie versano una quota annuale ridotta. I soci onorari sono esentati dal pagamento della quota annuale, hanno diritto di voto in assemblea e non possono ricoprire cariche sociali.

Art. 16
La decadenza dalla qualifica di socio avviene:
- per dimissioni, da presentare in forma scritta, al Presidente della Società;
- per morosità, dopo quattro anni di mancato pagamento di quote associative annuali;
- per svolgimento di attività in contrasto con le finalità della Società, con delibera del Consiglio Direttivo presa con maggioranza dei 2/3 (due terzi) dei voti.
Il Socio decaduto per morosità può chiedere la reiscrizione, previo il pagamento delle ultime tre annualità di quote arretrate.

ORGANI SOCIALI

Art. 17
Sono organi della Società:
- l’Assemblea dei soci;
- il Consiglio Direttivo;
- il Presidente;
- il Presidente-eletto;
- il Segretario;
- il Tesoriere.
E' espressamente esclusa la retribuzione delle Cariche sociali.


Art. 18
L’Assemblea dei soci è composta da tutti i soci ordinari in regola con il pagamento del canone annuo di associazione e dai soci onorari.
L’Assemblea in seduta ordinaria si riunisce, di regola, nel luogo e nella data fissati per un Congresso Nazionale e comunque almeno una volta all’anno ed entro sei mesi dalla chiusura dell’esercizio sociale per l’approvazione del bilancio consuntivo e preventivo. L’ordine del giorno dell’Assemblea sarà comunicato all’atto della convocazione della stessa. L’Assemblea decide la data e il luogo del prossimo congresso, discute e approva i bilanci, discute e approva tutte le risoluzioni e le decisioni del Consiglio Direttivo. L’Assemblea in seduta straordinaria deve essere convocata dal Consiglio Direttivo quando se ne ravvisi la necessità o quando ne è fatta richiesta motivata da almeno un terzo dei soci.

Art. 19
La convocazione sia ordinaria che straordinaria dell’Assemblea è fatta almeno 15 (quindici) giorni prima tramite posta elettronica con avviso di ricevimento.
Copia dell’avviso di convocazione deve essere affissa in bacheca presso la Sede Organizzativa della Società. L’Assemblea è valida in prima convocazione se è presente almeno la metà dei soci ed in seconda convocazione, che può essere fissata per lo stesso giorno dopo almeno un’ora, in presenza di almeno un decimo dei soci aventi diritto. Le deliberazioni sono adottate a maggioranza semplice dei presenti.

Art. 20
L’Assemblea è l’unico organo competente a modificare lo statuto della Società con deliberazione a maggioranza dei due terzi dei soci presenti.

Art. 21
L’Assemblea è presieduta dal Presidente, o, in sua assenza, dal Presidente-eletto.
Le delibere adottate devono essere verbalizzate in un apposito registro e sottoscritte dal Presidente e dal Segretario dell’assemblea.
Le delibere riguardanti il bilancio consuntivo e preventivo sono pubblicate sul sito nell’area riservata ai soci in regola con il pagamento della quota sociale.

Art. 22
Il Consiglio Direttivo è costituito da: Presidente, Presidente-eletto, Segretario e 10 (dieci) Consiglieri.

Art. 23
Il Presidente, il Presidente-eletto, il Segretario e i 10 (dieci) Consiglieri sono eletti dai Soci in regola con il pagamento delle quote inclusa quella dell’anno fiscale in cui si tiene l’elezione.

Art. 24
L’elezione dei componenti del Consiglio Direttivo (Presidente, Presidente-eletto, Segretario e 10 (dieci) Consiglieri) avviene ogni tre anni tramite votazione a scrutinio segreto. Almeno tre mesi prima della scadenza elettorale iniziano ufficialmente le procedure elettorali con avviso sul sito Internet della Società. Contestualmente il Consiglio Direttivo nomina una commissione apposita che controllerà la congruità alle norme statutarie delle candidature per le varie cariche del nuovo Consiglio Direttivo. Tale commissione di nomina sarà presieduta dal Presidente uscente e composta da altri due membri della S.I.N.C.
Il Presidente e gli altri membri della commissione di nomina non possono essere candidati.
I soci aventi diritto hanno l’opportunità di proporre la propria candidatura tramite il sito internet della Società. Sono candidabili i soci iscritti da almeno due anni (incluso quello dell’elezione) in regola con il pagamento delle quote. Le candidature devono essere corredate da un curriculum vitae. Qualora le candidature siano numericamente insufficienti, la commissione di nomina - tenendo conto degli obiettivi della Società, della distribuzione geografica e delle competenze scientifico/professionali - propone altri candidati.
La lista dei candidati eleggibili deve essere completata due mesi prima della data di voto e pubblicata sul sito insieme ai curricula. Le procedure di voto avranno inizio due mesi prima della scadenza congressuale e si concluderanno con la medesima. I soci aventi diritto potranno votare una sola volta o durante il Congresso o tramite procedura elettronica. Per l’elezione dei consiglieri ciascun socio non può esprimere più di cinque preferenze. Le votazioni sono a scrutinio segreto. Una commissione elettorale composta da un presidente di seggio e due commissari non eleggibili viene nominata dal Consiglio Direttivo all’inizio del congresso elettorale e sovrintende alle operazioni di voto e lo spoglio delle preferenze, assicurandosi che ogni socio avente diritto abbia votato una sola volta. Il presidente di seggio al termine delle operazioni di spoglio notificherà i risultati elettorali. In caso di parità di voti, prevale il socio con maggiore durata di iscrizioni alla S.I.N.C. e in caso di ulteriore parità, quello con più giovane età anagrafica. I risultati elettorali vengono comunicati nel corso del congresso e pubblicati nel Sito Internet.

Art. 25
Il Consiglio Direttivo resta in carica per tre anni. Alla prima riunione dopo la votazione, il nuovo Consiglio Direttivo elegge tra i consiglieri il tesoriere e tra i soci il delegato per l’estero.

Art. 26
Il Presidente-eletto diviene Presidente nel Consiglio Direttivo successivo. In caso di dimissioni o di impedimento permanente del Presidente, il Presidente-eletto assume le funzioni di Presidente in carica e conclude comunque il proprio mandato alla data prevista all’atto della sua elezione. Il Segretario non può essere rieletto nella medesima posizione.
I Consiglieri possono essere rieletti come tali una sola volta anche non consecutivamente. Dal terzo mandato in poi possono esclusivamente essere candidati come Segretario e Presidente-eletto.

Art. 27
Il Presidente ha la rappresentanza legale della Società, dà esecuzione alle deliberazioni prese dal Consiglio e dall’assemblea ed è investito dei più ampi poteri di ordinaria amministrazione. Il Presidente, coadiuvato dal Presidente-eletto:
- mantiene i collegamenti tra la Società e le altre organizzazioni scientifiche italiane e straniere;
- presenta al consiglio il bilancio preventivo e consuntivo predisposti dal tesoriere;
- redige la relazione annuale dell’attività della Società.

Art. 28
Nessun socio, a nessun titolo, può ricoprire cariche nel Consiglio Direttivo per più di 15 (quindici) anni cumulativi (anche non consecutivi).
Sono possibili 2 (due) mandati per i consiglieri, 1 (un) mandato per il Segretario, per il Presidente eletto e per il Presidente.

Art. 29
Il Consiglio Direttivo è convocato dal Presidente per Sua iniziativa o su richiesta di cinque dei suoi membri o 1/5 (un quinto) dei soci ordinari. La seduta è valida se è presente la metà più uno dei componenti, diminuito del numero degli assenti giustificati.

Art. 30
Il Consiglio Direttivo delibera a maggioranza semplice dei presenti. In caso di parità di voti, il voto del Presidente ha valore doppio.

Art. 31
Il Consiglio Direttivo è dotato di tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione fatte salve le competenze dell’Assemblea e del Presidente.
Il Consiglio ha, tra l’altro, competenza per:
- il conseguimento degli scopi della società secondo le linee di programma deliberate dall’assemblea;
- di proporre all’assemblea l’ammontare delle quote sociali e le modalità di riscossione delle stesse;
- l’accettazione dei soci;
- la formulazione di proposte all’assemblea per la nomina dei soci onorari;
- i provvedimenti da adottare nei confronti dei soci morosi, ivi compresa la loro decadenza;
- la formulazione di pareri motivati all’assemblea in ordine alla decadenza dei soci onorari;
- conferire incarichi di particolare rilevanza scientifica ed istituire premi per ricerche neurofisiologiche;
- definire, in collaborazione con il responsabile designato dall’assemblea, il programma scientifico del congresso nazionale;
- promuovere i convegni periodici di aggiornamento in neurofisiologia clinica;
- provvedere ad approvare la costituzione di gruppi scientifici di formazione e a coordinare il funzionamento; l’elaborazione del programma di attività per ogni anno sociale;
- promuovere percorsi di formazione e verifica per la certificazione in Neurofisiologia Clinica.

Art. 32
Il Segretario provvede all’esecuzione delle deliberazioni del Consiglio Direttivo in conformità alle direttive del Presidente. Attua la parte organizzativa e l’articolazione della struttura operativa ed informa i soci sulle attività del Consiglio Direttivo. E’ Segretario del Consiglio Direttivo e dell’Assemblea, ne redige i verbali e li sottoscrive con il Presidente.

Art. 33
Il Tesoriere attende alla parte amministrativa e finanziaria della Società. A tale titolo è investito dei poteri di ordinaria amministrazione.
Il tesoriere cura, sul piano esecutivo, le direttive del Presidente e del Consiglio Direttivo e la riscossione delle quote sociali e degli altri proventi ed alla erogazione delle spese autorizzate. Il tesoriere predispone il bilancio preventivo ed il rendiconto annuale e mantiene aggiornato l’elenco dei soci.

Art. 34
Il Presidente e/o il Tesoriere sono investiti, anche con firma libera e disgiunta fra loro, dei più ampi poteri per la gestione dei fondi sociali e delle somme liquidate a disposizione della Società, con facoltà di riscuotere somme e valori, di fare pagamenti, di dare e rilasciare quietanze, di provvedere ad operazioni bancarie attive e passive di qualsiasi genere, quali, in via esemplificativa, apertura di conti correnti, richiesta di fidi, anticipazioni, crediti e sovvenzioni e loro utilizzo, emissione di assegni su conti correnti intestati alla Società.

Art. 35
Il Congresso Nazionale è organizzato ogni anno nella sede proposta dal Consiglio Direttivo ed approvata dall’Assemblea dei soci. L’organizzazione scientifica del congresso è curata dal Consiglio Direttivo in collaborazione con il responsabile designato dall’Assemblea dei soci e con la Segreteria Esecutiva.

Art. 36
La Società può essere liquidata con il voto favorevole di almeno tre quarti degli associati. In caso di liquidazione della Società, l’Assemblea procede alla nomina di uno o più liquidatori, determinandone i poteri. I beni costituenti il patrimonio della Società verranno devoluti integralmente, a giudizio della SINC, a favore di enti o associazioni della stessa categoria che perseguono scopi analoghi.

Art. 37
Per tutto quanto qui non previsto si fa rinvio alle norme vigenti in materia di Associazioni non riconosciute.

F.to Rocco Liguori " ALESSANDRA ARTIOLI NOTAIO (L.S.)
-------------------------------------------------------------------------------------------
Registrato a Comacchio in data 10 luglio 2017 al n. 1470 Serie 1T