In Memoriam

Dott.ssa Beatrice Cioni

Nel mese di marzo 2021, è mancata la dottoressa Beatrice Cioni, non solo uno dei più brillanti neurochirurghi funzionali e neurofisiologi intra-operatori della nostra comunità scientifica, ma soprattutto una persona molto speciale.

Dopo essersi specializzata in Neurochirurgia a Roma, nella seconda metà degli anni ottanta, iniziava varie esperienze in Nord America, con il Prof. Milan Dimitrijevic presso il Baylor College of Medicine di Houston in Texas, e con il Prof. Vedran Deletis presso il Beth Israel Hospital di New York.
Al suo ritorno a Roma, iniziava la sua attività presso la Neurochirurgia funzionale dell’Università Cattolica del Policlinico Gemelli di Roma, in stretta collaborazione con il Prof. Mario Meglio. Qui, a partire dai primi anni novanta, grazia alla sua incredibile esperienza e competenza nel campo della neurofisiologia intra-operatoria contribuiva in maniera sostanziale alla crescita di questa disciplina intuendone il grande potenziale nella prevenzione delle lesioni del sistema nervoso durante le diverse procedure neurochirurgiche.
In questo campo è stata una vera antesignana nella comunità dei neurochirurghi e dei neurofisiologi intra-operatori, conducendo con grande entusiasmo e rigore i primi pionieristici studi di ricerca parallelamente ad una intensa ed appassionata attività clinica. Ha contribuito in maniera sostanziale allo sviluppo di tecniche innovative non solo per il monitoraggio intra-operatorio ma anche nel campo della stimolazione transcranica e della stimolazione cerebrale profonda.

Il suo entusiasmo e la sua grande competenza hanno fatto si che attorno a lei si radunasse un folto gruppo di studenti e giovani ricercatori interessati alla neurochirurgia funzionale e alla neurofisiologia clinica intra-operatoria.

Ha costantemente collaborato con la SINC partecipando a diverse iniziative formative ed è stata fra i principali promotori della stesura delle prime raccomandazioni per il monitoraggio neurofisiologico intra-operatorio, una iniziativa condivisa di SINC e SINCh.

Con l’obiettivo di sviluppare e promuovere la conoscenza della neurofisiologia intra-operatoria, è stata cofondatrice con Prof. Deletis, più di 10 anni orsono, della Società Internazionale di Neuro-monitoraggio Intra-operatorio (ISIN).

La ricordiamo con particolare affetto quale esempio di ricercatore e clinico di elevato livello culturale, con una spiccata propensione alla collaborazione attiva con altre figure professionali, in particolare con i neurofisiologi clinici, dotata di una grande umanità, onestà intellettuale e schiettezza, anche aspra, nel confronto con i colleghi, unendo in maniera peculiare il rigore anglosassone con una spiccata ironia latina.

Non l’avevano fiaccata neanche i problemi di salute con cui conviveva da alcuni anni. La sua straordinaria esistenza di donna rigorosa, onesta, generosa e nel contempo leale è ben descritta tra le righe di cordoglio che in molti hanno voluto affidare al web, soprattutto nelle tantissime mail del GdS IOM della SINC.

Beatrice mancherà a tutti, molto, ma il suo ricordo e i frutti del suo lavoro rimarranno e saranno sicuramente fonte di ispirazione per noi e per le future generazioni di neurofisiologi e neurochirurghi funzionali.

Paolo Costa
Vincenzo Di Lazzaro
Rocco Quatrale